La cucina abruzzese è caratterizzata da molti risvolti, vista l’eterogeneità del territorio e delle varie culture che vi convivono: la tradizione contadina e quella dei pastori la fanno da padrona, con piatti poveri ma saporiti, preparati con ingredienti locali come carni ovine e caratterizzata da zuppe e minestre; la tradizione borghese, più sofisticata ed elaborata, arricchisce la tavola con mozzarelle, timballi, scrippelle e virtù. Ma l’Abruzzo è anche una regione di mare e di pescatori che lungo i 130 chilometri di costa propongono ricette squisite che coniugano nella modernità i sapori tradizionali.

Tra le specialità abruzzesi in generale e pescaresi in particolare, non si potrà evitare di assaggiare i maccheroncini alla chitarra con pallottine, le sagne, le scrippelle ‘mbusse. Ma anche i secondi non mancano, dove arrosticini e agnello cacio e ova la fanno da padrona.

E, per gli appassionati, non sarà difficile portare a casa un saporito ricordo del viaggio grazie alle numerose cantine che producono vini di qualità apprezzati in tutto il mondo: Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano e Cerasuolo godono del riconoscimento DOC e sono tutelati dal Consorzio Vini d’Abruzzo.

Molti sono anche i prodotti tipici della nostra terra, dal salato al dolce fino ai liquori: zafferano, pecorino d’Abruzzo, scamorza, ventricina, caciocavallo, cicerchiata, confetti di Sulmona, ratafia, parrozzo.